Fotografia Still Life - Girasole

Fin da quando è stata inventata la macchina fotografica, la pittura e la fotografia hanno condiviso un forte legame. Basti pensare per esempio ai ritratti, alle nature morte (dalla quale deriva la fotografia still life) di molti maestri pittori del passato, che hanno ispirato molti fotografi. Da quei dipinti si può imparare molto sulla gestione della luce e delle ombre, sulla composizione, la gestione della scena ecc. Di acqua sotto ai ponti ne è passata, ed oggi ci troviamo di fronte ad una rinascita digitale di foto pittoriche e senza tempo che hanno ancora molto da comunicare.

In questo post, oggi voglio dare alcuni suggerimenti che possono aiutare tutti coloro che desiderano cimentarsi in questo genere fotografico molto interessante e complesso. Infatti nella fotografia still Life bisogna saper gestire la luce, saper creare una scena, creare una composizione equilibrata, e padroneggiare anche programmi di postproduzione come Photoshop. Ma queste sono alcune delle competenze necessarie. Molte cose si imparano con l’esperienza, ma oggi ti darò alcuni suggerimenti per portare la tua fotografia still Life ad un nuovo livello.

  1. IMPARA DAI MAESTRI
    Una delle prime cose da fare, soprattutto se ti stai avvicinando alla fotografia still life per la prima volta, è quella di cominciare a guardare molti lavori di artisti del passato, anzi direi non guardare ma analizzare, per capire come funziona la luce e come gli artisti costruiscono la composizione. Non soltanto lavori di artisti del passato, ma anche contemporanei. Scegli dei fotografi che realizzano scatti still life, quelli che più ti piacciono, che suscitano emozioni o ti incuriosiscono. Analizza i loro lavori e cerca di imparare da loro. Guardare molti lavori ti aaiuterà formare le tue idee.
  2. USA OGGETTI CHE TI ISPIRANO
    Guardati intorno! Spesso nell’ambiente che ci circonda possiamo trovare molti oggetti che ispireranno il nostro lavoro. Hai un giardino? Un orto? Lasciati ispirare da dei fiori, dai frutti del tuo orto. Non cercare la perfezione nei soggetti che inserisci nelle tue fotografie still life. Avvolte piccole imperfezioni possono dare un carattere diverso alla scena, le possono conferire una vita che altrimenti non potrebbero esprimere. Dai uno sguardo in garage o in soffitta, ti accorgerai come oggetti che prima ti sembravano da buttare, adesso possono essere un vero tesoro che valorizza le tue foto. Puoi anche fare un giro dal rigattiere della tua città di tanto in tanto. Troverai di sicuro qualcosa che stimolerà la tua immaginazione ed ispirerà il tuo prossimo lavoro.
  3. COMPONI CON ATTENZIONE
    Nella fotografia still life, una buona composizione è di importanza cruciale se non vuoi trovarti con una fotografia scialba e piatta. Questo è l’unico genere fotografico in cui si ha il pieno controllo su tutti gli aspetti del processo creativo. Tutto quello che inserisci nella scena deve interagire con il contesto in cui è inserito. I singoli oggetti devono essere collegati tra di loro.
    La composizione è un’arte. Prenditi tutto il tempo necessario per sperimentare e giocare con la tua immaginazione. Ricorda, avvolte anche il più piccolo dettaglio può fare una grande differenza.
  4. CURA LO SFONDO
    Anche lo sfondo va preso in considerazione quando si crea una composizione. È molto importante scegliere lo sfondo giusto. Questo può dare carattere alla scena e può comunicare un’atmosfera particolare. Un legno rustico per esempio può dare un’atmosfera casalinga e nostalgica, mentre una parete con l’intonaco crepato e della vernice screpolata può dare un’atmosfera invecchiata e senza tempo. Ma non solo, usa la tua creatività anche nella creazione dello sfondo. Potresti sapientemente utilizzare delle foto o delle stampe di texture ecc.
  5. L’ILLUMINAZIONE: IL PUNTO CHIAVE
    Nella fotografia still life l’illuminazione è molto importante. Diversi schemi di luce producono fotografie diverse. Se non sei molto pratico con i schemi di luci un buon consiglio potrebbe essere di iniziare con una sola fonte luminosa, per poi aggiungerne di secondarie o giocare con pannelli riflettenti in modo da raggiungere il risultato che più ti soddisfa. Nel giocare con luci ed ombre ti svelo un piccolo trucchetto che spesso uso nelle mie fotografie. Potresti trovarti nella necessità di scurire parti specifiche della tua scena, specie se scatti le tue foto in ambienti che non sono stati realizzati ad hoc per la fotografia. Nei casi in cui non riesco ad ottenere le ombre che vorrei, spesso uso del cartoncino nero posto in prossimità della parte che voglio scurire. Si infatti come un cartoncino bianco schiarisce perché riflette la luce, quello nero scurisce perché assorbe la luce. Cosi avrai ombre più marcate solo dove vorrai.
  6. SPERIMENTA
    Non fermarti al primo risultato, prova a cambiare l’angolo di ripresa, sposta gli oggetti all’interno della scena, esprime ta nuovi schemi di luci. Se sfrutti spesso la luce della finestra, prova ad aggiungere dei riflettori. Una luce più dura può impregnare la scena di un tono drammatico accentuato.
  7. RACCONTA UNA STORIA
    La fotografia still life è spesso legata al simbolismo e alla suggestione. È quindi utile, quando ti metti al lavoro, avere in mente una storia da raccontare. Inserendo nella scena alcuni particolari, puoi trasmettere qualcosa che racconta della presenza umana. Per esempio un coltello posto vicino ad un frutto tagliato, una tazzina a di caffè con del rossetto sopra, o un pezzo di stoffa che qualcuno ha usato per asciugare le mani mentre preparava la cena. Tutti questi piccoli dettagli raccontano qualcosa sulla natura dei loro proprietari. Scegli tu quale storia raccontare, l’unico limite è la tua fantasia.
  8. GIOCA CON IL COLORE
    I colori svolgono un ruolo importante nell’impostazione della scena, nella comunicazione di uno stato d’animo e nel tono generale della tua immagine. Usare la ruota dei colori, può aiutarti nel trovare nuove tonalità, accostamenti di colori complementari e armonie inaspettate.
  9. NON DIMENTICARE LA POST-PRODUZIONE
    La fase finale di tutto il progetto, ma non la meno importante, è la post-produzione. In questa fase puoi rendere una ottima immagine un capolavoro, o rovinarla del tutto. Puoi rifinire le luci e le ombre, migliorare i colori, aggiungere texture allo sfondo. Ma anche correggere eventuali dominanti di colore. Personalmente aggiungo saturazione e contrasto ed avvolte mi dedico a regolazioni più precise tramite brucia e schema. È un lavoro impegnativo, ma alla fine il risultato è un’immagine da stampare ed incorniciare. Un consiglio è quello di scattare sempre in RAW in modo da poter applicare le modifiche senza perdere qualità. Naturalmente nonostante la post-produzione sia fondamentale, è bene non eccedere. Infatti una bella fotografia still life deve essere prodotta principalmente in fase di scatto.
Share: