Fujifilm X-T3; La mirrorless APS-C dalle grandi ambizioni – Recensione

Fujifilm X-T3; La mirrorless APS-C dalle grandi ambizioni – Recensione

La Fujifilm X-T3 è una fotocamera mirrorless con ottime specifiche tecniche, che si posiziona in una fascia di prezzo medio, pur avendo caratteristiche da far invidia a prodotti di fascia superiore. Dal curato aspetto retrò, che le da l’aspetto di una fotocamera a pellicola, offre ottime specifiche tecniche adatte a fotografi e videomaker.

Nasconde al suo interno il nuovo sensore CMOS X-Trans IV da 26 Megapixel e un sistema di AutoFocus con 425 punti di messa a fuoco che ricoprono tutto il fotogramma. Raffiche fino a 30 fps e video 4K fino a 60p.

Non mancano, comunque, alcuni aspetti negativi! Per esempio manca la stabilizzazione d’immagine nel corpo. Il display LCD non è ribaltabile e non può essere utilizzato per vlogging o selfie, l’impugnatura è poco profonda e potrebbe essere migliorata.

Fujifilm X-T3: Corpo Macchina

Già ad un primo contatto si intuisce come la Fujifilm X-T3 sia una fotocamera con un’eccellente qualità costruttiva. Sensazione confermata non appena la si prende in mano. Il corpo, composto da lega di magnesio e plastiche robuste, ha un peso di 539g e Dimensioni di 132,5 x 92,8 x 58,8mm. L’impugnatura poco pronunciata non offre, a mio parere, un grip adeguato a sorreggere comodamente il corpo macchina insieme ad un’ottica, soprattutto per chi ha una mano abbastanza grande.

Disposizione dei comandi

Fujifilm X-T3 Top

Le ghiere ed i pulsanti sono ben distribuiti sul corpo macchina e rendono l’utilizzo di questa Fuji X-T3 molto intuitivo. Scendendo più sul dettaglio, sulla placca superiore troviamo, partendo da sinistra, la ghiera per gli ISO, sotto la quale è concentrico il selettore per le modalità di scatto. Segue l’attacco a slitta per il flash, la ghiera per la velocità dell’otturatore, sotto la quale è concentrico il selettore per le modalità di misura dell’esposizione.

Troviamo poi un pulsante funzione personalizzabile ed il pulsante di scatto, con concentrico il selettore di accensione e spegnimento. In fine la ghiera per la compensazione dell’esposizione. Per chi proviene da altri marchi, potrebbe metterci un po’ ad abituarsi alla regolazione del diaframma tramite la ghiera nell’obiettivo.

Tuttavia sono presenti nella parte destra della fotocamera due ghiere, una anteriore e una posteriore, che possono essere personalizzate. E’ possibile, quindi, impostare la regolazione del diaframma sulla ghiera anteriore per una maggiore comodità.

Le ghiere dell’otturatore e degli ISO possono essere bloccate in modo da evitare di ruotarle accidentalmente durante una sessione di ripresa. La qualità costruttiva di questa Fuji X-T3, la si può intuire anche dall’ottimo feel restituito dalle ghiere superiori.

Nella parte posteriore trova posto il display LCD touchscreen da 3,2 pollici con risoluzione 720 x 480 pixel. Questo è orientabile verso l’alto, il basso e lateralmente. Purtroppo non è ribaltabile, quindi non utilizzabile per selfie o vlogging.

Il display è affiancato da un mirino elettronico, un EVF ad alta risoluzione da 3,69 milioni di punti. Il ritardo di visualizzazione di soli 0,005 secondi e la frequenza di aggiornamento di circa 100 fps assicurano una visualizzazione fluida dei movimenti, consentendo di identificare con precisione i movimenti del soggetto e le posizioni di messa a fuoco. Un mirino così performante rende più agevole il passaggio al sistema mirrorless per chi è abituato al mirino ottico delle reflex.

Ancora sul lato posteriore troviamo un pad con quattro tasti direzionali al centro dei quali si trova il pulsante per accedere al manu della fotocamera. E’ presente anche il comodissimo joystick per la selezione dei punti di messa a fuoco e per la navigazione dei menù.

Il tasto Q permette un accesso rapito al menù dei parametri dell’immagine. Non mancano i tasti per il blocco dell’esposizione e della messa a fuoco sulla parte destra e quelli per la visualizzazione dell’anteprima ed eventuale eliminazione delle fotografie nella parte sinistra.

Sul lato sinistro possiamo trovare una ricca serie di porte: L’ingresso per il microfono e quello per le cuffie (entrambi da 3,5 mm), porta USB-C e porta Micro HDMI. Sul lato destro, invece, sono posizionati un jack da 2,5 mm per il comando remoto e due slot per le schede SD.

Il corpo della Fujifilm X-T3 è tropicalizzato e quindi resistente a condizioni ambientali avverse.

Fujifilm X-T3 – Fotocamera Mirrorless

Specifiche tecniche

  • Sensore: APS-C da 26 megapixel, X-Trans CMOS 4 con filtro colore primario
  • Sistema pulizia sensore: Vibrazioni Ultrasoniche
  • Processore di immagine: X-Processor 4
  • Sistema AF: 425 punti a rilevamento di fase sul 100% inquadratura
  • Sensibilità ISO: 160-12.800 ISO (espandibili a 80-51.200 ISO)
  • Tempi di scatto: 30 s – 1/32.000 s
  • Scatto continuo: 11 fps (otturatore meccanico) a piena risoluzione, fino a 30 fps (otturatore elettronico) con crop 1,25x
  • Flash: attacco slitta superiore, connettore PC, Fujifilm EF-X8 incluso nella confezione.
  • Display: 3,2″ articolato 1.040.000 di punti
  • Mirino: 3.690.000 punti, ingrandimento 0,75x, copertura 100%
  • Video: fino a 4K 60 fps @ 200 Mbps (MPEG-4, H.264, H.265), F-Log ed HLG (entro fine 2018)
  • Connettività: Wi-Fi, Bluetooth
  • Batteria: NP-W126S 1.260 mAh, battery grip opzionale
  • Dimensioni: 133 x 93 x 59 mm
  • Peso: 539 grammi

FujiFilm X-T3: Prestazioni

Autofocus

Il sistema di autofocus è uno dei punti di forza della X-T3. Un sistema che è stato completamente rivisto e notevolmente migliorato, rispetto alle versioni precedenti. La sua sensibilità è migliorata, passando da una sensibilità minima di -1EV dei modelli precedenti a -3EV. Questo rende possibile la messa a fuoco anche in condizioni di scarsa luminosità. Grazie al nuovo processore, aumenta la frequenza di calcolo della messa a fuoco, il che migliora le prestazioni di tracciamento per i soggetti in movimento.

Un’altra area che mostra un miglioramento è il rilevamento dei volti, anche se non è ancora al livello di alcuni concorrenti come Sony A7 III. Avvolte infatti, capita che rilevi un volto la dove non ce ne o che perda il contatto a causa di movimenti improvvisi del volto. Risulta comunque molto utile in sessioni di ritratto in posa, o in situazioni in cui la scena non è molto disturbata.

Qualità d’immagine

La Fuji X-T3 produce immagini di una qualità eccezionale, sia in formato JPEG che in formato RAW. Il livello di dettaglio delle immagini è davvero elevato, anche grazie al sensore privo di filtro passa-basso. Le prestazioni di gamma dinamica sono molto buone. Anche la gestione del rumore digitale è molto buona. La X-T3 ha un sensore ISO invariante, ciò significa che è possibile mantenere le impostazioni ISO basse e “sottoesporre” per guadagnare sulle alte luci, quindi recuperare il resto dell’immagine in post, senza alcun costo significativo in termini di rumore digitale.

Un altro punto di forza di questa fotocamera lo troviamo parlando di scatto continuo (ovvero raffiche), con l’otturatore meccanico arriva fino a 11 fps. Con l’otturatore elettronico acquisisce raffiche fino a 20 fps a piena risoluzione e fino a 30 fps con un crop di 1,25x.

Qualità Video

Per quel che riguarda il comparto video, la X-T3 è la Fujifilm più avanzata di sempre. Ha la capacità di acquisire internamente video 4K a 10 bit 4.2.0 ed esternamente tramite HDMI si può arrivare fino a 10 bit 4.2.2 fino ad un frame rate di 30 fps senza fattori di crop. L’acquisizione di video 4K a 60 fps, invece ha un fattore di crop pari 1.18.

E’ possibile anche registrare video slow motion 1080p a 100 e 120 fps per un rallentamento di 4x.

Per quanto riguarda i codec video è possibile scegliere tra H.264 o H.265. Con il primo puoi utilizzare 100 o 200 Mbit/s in 8 bit di profondità. Con il secondo 400 Mbit/s a 10 bit.

Fujifilm X-T3: Conclusioni

La Fujifilm X-T3 è una mirrorless ambiziosa. E’ tra le migliori, nella sua fascia di prezzo, sia nel comparto fotografico che in quello video. Anche se i videomaker potrebbero sentire la mancanza dello stabilizzatore nel corpo macchina. Eccellente sotto il punto di vista della gamma dinamica e della gestione del rumore digitale. Possibile rivale possiamo trovarla nella Nikon Z50 o la Sony A7 III.

Fujifilm X-T3 – Fotocamera Mirrorless
Rumore digitale in fotografia
Previous post
Rumore digitale in Fotografia; cos'è e come si corregge
Accessori fotografici
Next post
Gli accessori fotografici che stimoleranno la tua creatività

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

Back
SHARE

Fujifilm X-T3; La mirrorless APS-C dalle grandi ambizioni – Recensione

Resta aggiornato, iscriviti nostra alla newsletter!

Ami la Fotografia e vuoi approfondire le tue conoscenze per portare le tue fotografie ad un livello superiore? Iscriviti alla newsletter; ecco cosa riceverai entrando a far parte della nostra community:

  • E-mail settimanale con tutti gli aggiornamenti
  • Contenuti esclusivi riservati agli iscritti
  • Offerte e promozioni
Chiudi popup

Condivideremo le tue informazioni solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Consulta la Privacy Policy