Lumix S9: la full frame compatta di Panasonic

Lumix S9: la full frame compatta di Panasonic

Panasonic amplia il suo target con le sue Lumix full frame e si lancia nel mondo “social” con una fotocamera tutta nuova: leggera, compatta, colorata e super connessa, senza però rinunciare alla qualità che la contraddistingue. Ecco a voi la Lumix S9, il più piccolo gioiellino della serie S, che abbandona la tradizione delle dimensioni e del peso importanti (la prima S era una mirrorless grande quanto una reflex). Con questo modello, Panasonic rivoluziona il concetto di fotocamera: la S9 pesa solo 400 grammi, tra le più leggere sul mercato, battendo persino la Sony A7c II e pesando meno della metà della Lumix G9 micro 4:3.

La S9 strizza l’occhio ai giovani fotografi con uno stile fresco e accattivante. Oltre al classico nero, questa fotocamera si presenta in tre vivaci varianti di colore: rosso, verde e blu, tutte con un’elegante finitura in finta pelle. Queste nuove opzioni cromatiche aggiungono un tocco di personalità e modernità, rendendola perfetta per chi vuole distinguersi anche nel mondo della fotografia.

Il corpo compatto leggero e colorato della Lumix S9

La nuova Lumix S9 si presenta con un design squadrato, privo di impugnatura, e con un monitor LCD completamente articolato sul dorso, che funge da unico sistema di mira. Per amor di compattezza, infatti, si è sacrificato il mirino oculare. Cosa decisamente inusuale nelle fotocamere full frame. Ma d’altronde, si sa, i giovani fotografi e gli influencer preferiscono scattare guardando il display. E con lo schermo basculante e ribaltabile della Lumix S9, questa modalità diventa ancora più comoda e intuitiva.

Ricorda la Sigma Fp, ma si distingue per un tocco di raffinatezza in più grazie al rivestimento in finta pelle disponibile in quattro varianti di colore: oltre al classico nero, troviamo blu, verde e rosso. C’è la presenza di una slitta sulla calotta della Lumix S9. Tuttavia, questa slitta è priva di contatti e può essere utilizzata solo come base di ancoraggio per accessori, come un microfono esterno collegato tramite jack da 3,5 mm. In comune con la Sigma Fp, la Lumix S9 condivide l’assenza di un otturatore meccanico.

lumix S9

Lumix S9: controlli essenziali, funzioni avanzate

La Lumix S9 è dotata di un sensore 24x36mm da 24,2MP. Lo stesso avanzato componente già utilizzato nella Lumix S5II. Questa nuova fotocamera eredita dalla S5II anche la CPU e le tecnologie all’avanguardia come il Dual Native ISO e il Pre-Burst Shooting a 30 fps. L’AF di tipo PDAF combina la rilevazione di fase con quella di contrasto e può contare su 779 punti di messa a fuoco. Supporta il riconoscimento e il tracciamento basati su AI per soggetti umani, animali, automobili.

La Lumix S9 è dotata di uno stabilizzatore integrato che, secondo Panasonic, offre fino a 5 stop di compensazione del mosso con obiettivi privi di OIS e fino a 6,5 stop con le ottiche Lumix S che hanno il loro sistema di stabilizzazione. A questa stabilizzazione meccanica si aggiunge quella elettronica, particolarmente utile per le riprese video a mano libera, garantendo una stabilità ottimale. In ambito fotografico, il sensore mobile consente la modalità Alta Risoluzione, che permette di ottenere immagini da 96MP, anche a mano libera, combinando una serie di scatti rapidi alla risoluzione nativa.

Vocazione video: Le LUT diventano protagoniste anche in fotografia.

La Lumix S9 è la prima mirrorless a offrire un comando diretto per selezionare le LUT, applicabili sia a foto sia a video, e personalizzabili tramite la nuova app Lumix LAB, disponibile dal 29 maggio. Con questa app, non solo si possono caricare contenuti sui social, ma anche trasferire LUT create da migliaia di utenti in tutto il mondo direttamente nella fotocamera.

Inoltre Panasonic introduce nella nuova Lumix S9 un nuovo formato di registrazione video chiamato MP4 Lite, che riduce la dimensione dei file di circa il 40% e accelera il trasferimento dati fino a 1,7 volte. Grazie a questo nuovo formato video e all’app, sarà possibile editare i contenuti direttamente sullo smartphone, senza dover passare per il PC, per una condivisione immediata sui social.

Lumix S9: Autonomia e Connessioni

La miniaturizzazione della Lumix S9 influenza sia le connessioni sia il supporto di archiviazione. Oltre alla porta USB-C, che permette anche la ricarica (ma non durante l’uso), la fotocamera dispone di una presa Micro HDMI. Tuttavia, non ha un jack per le cuffie, pur mantenendo quello per il microfono. La batteria, una BLK-22, è situata nel fondello e offre fino a 470 scatti per carica. Condivide lo spazio con l’unica scheda di memoria supportata, di tipo SD (UHS-II).

Risoluzione Video e Durata delle Riprese

La Lumix S9 supporta riprese video in 6K/30p, utilizzando la modalità Open Gate per formati 3:2, 16:9, 1:1 e 9:16. Include anche il 4K fino a 60p con campionamento colore 4:2:2 e 10-bit. Tuttavia, le dimensioni compatte del corpo macchina e l’assenza di un sistema di raffreddamento limitano la durata delle riprese a 15 minuti già a partire dal 4K.

Lumix S9: Prezzi e Opzioni di Acquisto

La Lumix S9 è disponibile in versione solo corpo a 1.699 euro. Un prezzo che si avvicina a quello degli smartphone top di gamma, rendendola una scelta accessibile per i creator abituati a utilizzare il proprio smartphone. Il prezzo sale a 1.999 euro con l’obiettivo Lumix S 20-60mm f/3.5-5.6. Per 2.499 euro, si può acquistare il kit con il Lumix S 28-200mm f/4-7.1 Macro OIS, ma questa configurazione è disponibile solo con la fotocamera in livrea nera.

Riassumendo

La Lumix S9 porta una ventata di freschezza nel mondo delle fotocamere full frame. Con un prezzo di partenza di 1699 euro, si rende accessibile anche ai creator abituati agli smartphone top di gamma. Compatta, leggera e disponibile in quattro varianti di colore, è perfetta per un pubblico giovane e dinamico.

Nonostante le dimensioni ridotte, la S9 mantiene alta la qualità grazie al sensore 24x36mm da 24,2MP della S5II, tecnologie come il Dual Native ISO e il Pre-Burst Shooting a 30 fps, e un sistema AF avanzato basato su AI. L’assenza di un otturatore meccanico e la presenza di uno stabilizzatore fino a 6,5 stop completano il quadro.

Innovativa è l’integrazione delle LUT direttamente nella fotocamera, personalizzabili tramite la nuova app Lumix LAB. Questo, insieme al nuovo formato video MP4 Lite, permette di editare e condividere contenuti rapidamente dal proprio smartphone.

La miniaturizzazione ha qualche compromesso: la durata delle riprese video è limitata a 15 minuti in 4K e manca un mirino ottico, che potrebbe essere un deterrente per alcuni utenti. La fotocamera ha un’unica scheda di memoria SD e manca di un jack per le cuffie, sebbene mantenga quello per il microfono.

In definitiva, la Lumix S9 offre un pacchetto completo per i creator moderni, combinando qualità d’immagine, portabilità e connettività. Con prezzi che variano da 1699 euro per il solo corpo a 2499 euro per il kit con l’obiettivo 28-200mm, la S9 è una scelta interessante e versatile.

Dji Avata 2
Previous post
DJI Avata 2: puro piacere di volo, ad un prezzo davvero competitivo
Next post
This is the most recent story.
Back
SHARE

Lumix S9: la full frame compatta di Panasonic

Resta aggiornato, iscriviti nostra alla newsletter!

Ami la Fotografia e vuoi approfondire le tue conoscenze per portare le tue fotografie ad un livello superiore? Iscriviti alla newsletter; ecco cosa riceverai entrando a far parte della nostra community:

  • E-mail settimanale con tutti gli aggiornamenti
  • Contenuti esclusivi riservati agli iscritti
  • Offerte e promozioni
Chiudi popup

Condivideremo le tue informazioni solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Consulta la Privacy Policy