Nikon Z50, la prima mirrorless DX della casa nipponica

Nikon Z50, la prima mirrorless DX della casa nipponica

Con la Nikon Z50, la casa nipponica, mette sul mercato la sua prima fotocamera mirrorless con sensore DX (APS-C)  da 20,9 megapixel, entrando di fatto nel mercato degli hobbisti, ovvero nella fascia di prezzo attorno ai mille euro. Per la prima volta, l’azienda mette un sensore APS-C dietro al suo nuovo e più grande attacco “Z”, già presente nelle sorelle maggiori  Z6 e Z7.

SPECIFICHE TECNICHE

Attacco obiettivo: Baionetta Z-Mount, compatibile con obiettivi F-Mount tramite adattatore.
Sensore: CMOS APS-C (23,5 mm x 15,7 mm)
Pixel: 20,9 Megapixel effettivi
Risoluzione massima: 5568 x 3712
Stabilizzazione immagine a 14 bit: Digitale (solo video)
Sensibilità ISO: da 100 a 51.200 (esteso: da 100 a 204.800)
Punti autofocus: 209 punti a rilevamento di fase
Metodi di misurazione: medio ponderato al centro, ponderato in evidenza, matrice, spot
ripresa continua: fino a 11 fps
Modalità di registrazione: UHD 4K (3840 x 2160) a 23.976p / 25p / 29.97p, Full HD (1920 x 1080) a 23.976p / 25p / 29.97p / 50p / 59.94p / 100p / 119.88p
Slot Scheda di memoria: slot singolo SD / SDHC / SDXC (UHS-I)
Dimensioni (L x A x P): 4,98 x 3,68 x 2,36 “/ 126,5 x 93,5 x 60 mm
Peso: 395 g (solo corpo) 

Nikon Z50
Nikon Z50 – Fotocamera Mirrorless

IL CORPO DELLA NIKON Z50

Le prime caratteristiche che si fanno notare, per questa nuova fotocamera, sono portabilità e leggerezza. Un corpo compatto e leggero, però, non è sinonimo di una ergonomia sacrificata. Su questa Nikon Z50, la casa produttrice, ha messo a punto una fotocamera ben studiata, con una bugna pronunciata quanto basta ad assicurare un’impugnatura salda anche con obiettivi più pesanti. Su di essa troviamo il pulsante di scatto, concentrico al quale si trova il commutatore di accensione e spegnimento della fotocamera.

Inoltre offre abbastanza spazio per posizionare ben tre tasti funzione: il tasto ISO, il tasto di compensazione dell’esposizione e il tasto REC per avviare la registrazione video. Molto comoda la posizione del tasto ISO, a differenza di altri modelli reflex nei quali bisognava azionarlo intervenendo con la mano sinistra.

Nikon Z50 Recensione

Per quel che riguarda la regolazione dei parametri d’esposizione, sono presenti due ghiere. Una anteriore e una posteriore, per regolare velocità di scatto e apertura del diaframma. La fotocamera è anche dotata di una ghiera dei modi, nella parte superiore, concentrico al quale si trova un commutatore che consente di passare facilmente dalla modalità foto a quella video.

Sul fronte del Corpo di questa Nikon Z50 troviamo l’attacco a baionetta Z-Mount. Lo stesso che troviamo sui modelli full frame Z6 e Z7. E quindi possibile montare su questa fotocamera anche obiettivi per fotocamere full frame. Poi attraverso l’adattatore FTZ è possibile montare anche tutti gli obiettivi DX ed FX per fotocamere DSLR.

Questo potrebbe essere un buon incentivo per molti nikonisti che vorrebbero passare al sistema senza specchio, ma senza spendere un patrimonio.

Anche la parte posteriore è stata ben studiata. Tutti i controlli sono facilmente raggiungibili. In alto, a portata di pollice, troviamo il tasto AF. Scendendo, trova posto un joypad a otto vie, che permette di gestire l’autofocus e di navigare il menu. Al centro del joypad è stato posizionato un tasto cliccabile. Più sotto, quattro tasti funzione permettono di accedere al menu, visionare gli anteprima o cestinarli e vedere la schermata con tutte le informazioni di scatto.

Nikon Z50 Back

Dal lato opposto, in alto, il tasto per il controllo del mirino elettronico. Il grande display touch screen integra altri tre tasti con tecnologia a sfioramento.

TOUCH SCREEN E MIRINO ELETTRONICO

Come dicevamo prima, la Nikon Z50, è dotata di un Display touch screen da 1,04 milioni di pixel, orientabile verso l’alto e verso il basso. Insolitamente la rotazione di 180° avviene verso il basso. In questo modo, se vogliamo fare un selfie o registrare un vlog, ci ritroveremo con il display sotto la fotocamera. Purtroppo questa posizione risulta scomoda, anzi inutilizzabile se teniamo la fotocamera attaccata ad un cavalletto o un gimbal.

Il mirino elettronico è un pannello Oled da 2,36 milioni di punti. Risoluzione inferiore rispetto alle sorelle maggiori Z6 e Z7, nelle quali si arriva ai 3,6 milioni di punti. Offre comunque una visione nitida e con pochissimo  ritardo. Problema che affligge prodotti di alcuni produttori concorrenti di Nikon.

CONNETTIVITA’

Sul piano della connettività, la Nikon Z50, possiede un connettore per microfono, una porta micro-USB 2.0 che può essere utilizzata per ricaricare le batterie e una porta micro HDMI. Manca una connessione per le cuffie. La fotocamera è anche dotata di connessione wifi e bluetooth che consente alla fotocamera di collegarsi ad uno smartphone attraverso l’app SnapBridge.

Nikon Z50
Nikon Z50 – Fotocamera Mirrorless

NIKON Z50: PRESTAZIONI

Sistema AF

La nuova mirrorless di casa Nikon utilizza lo stesso sistema di messa a fuoco della Z6, con ben 209 punti di messa a fuoco, che ricoprono il 90% dell’area del fotogramma. Il sistema AF è molto reattivo, capace di agganciare rapidamente il soggetto. nella modalità Area AF automatica è molto performante e sono davvero rari i casi in cui sbaglia il soggetto da agganciare.

Passando alla modalità AF punto singolo si può scegliere il punto di messa a fuoco preferito. Anche in questa modalità la messa a fuoco è molto performante. Soffre un po’ in condizioni di scarsa luminosità ma raramente sbaglia la messa a fuoco.

Se si fotografano soggetti in movimento, è possibile settare il sistema AF in AF-C ed abilitare lo scatto continuo. In questo caso il sistema AF fa un buon lavoro ed è perfettamente in grado di seguire il soggetto, ma se questo si muove in maniera troppo irregolare allora entra un po’ in crisi. Se, quindi il tuo genere fotografico preferito è lo sport e l’azione, questa fotocamera non è adatta a te. La Sony A7 III è decisamente più efficace in questo caso. Ma per un soggetto occasionale come bambini o animali domestici, se la cava abbastanza bene.

Eye AF, una funzionalità molto utile, soprattutto per gli appassionati. Funziona in modo eccellente, rileva l’occhio del soggetto e lo segue anche quando il viso si muove.

Batteria

La Nikon Z50 è dotata della nuova batteria Li-ion EN-El25 che garantisce circa 300 scatti. Non è quanto di meglio sul mercato, ma con un utilizzo medio dovrebbe garantire un’intera giornata di scatti. Se invece ami registrare video in 4K, allora è meglio munirsi di una batteria di scorta.

NIKON Z50: QUALITA’ DELL’IMMAGINE

Nonostante il sensore più piccolo e la risoluzione inferiore rispetto a Z6 e Z7, la Nikon Z50 produce immagini di ottima qualità generale e rende abbastanza bene i dettagli. Il sensore produce colori vibranti e saturi, pur mantenendo un aspetto realistico. Il sistema di misurazione dell’esposizione fa un ottimo lavoro per produrre risultati bilanciati in quasi tutte le condizioni di ripresa. Allo stesso modo, il bilanciamento automatico del bianco, affronta bene le diverse condizioni di illuminazione. Rare sono le situazioni in cui sbaglia il bilanciamento, soprattutto in presenza di fonti di illuminazione artificiale.

In situazioni di scarsa illuminazione, la Nikon Z50, offre buone prestazioni mantenendo un valore di ISO fino a 6400. Andando oltre questo valore, da 12800 ISO, l’immagine comincia a perdere definizione e si comincia a vedere un po’ di rumore digitale. Se, comunque non si intende stampare foto di grandi dimensioni, il risultato è più che accettabile.

Ecco un esempio video per comprendere quello che si può realizzare con questa fotocamera.

CONCLUSIONI

In un mercato sempre più affollato, quello delle mirrorless di fascia media, Nikon si è ritagliata il suo spazio con questa prestante fotocamera. Non si può dire che sia una fotocamera perfetta, ma certamente il rapporto qualità-prezzo è da tenere in grande considerazione.

Inoltre, se sei già un utilizzatore di fotocamere Nikon, e stai pensando di passare dal sistema reflex a quello senza specchio, la Nikon Z50 si rivela una proposta particolarmente allettante. Grazie all’adattatore FTZ, infatti, potrai continuare ad utilizzare il tuo corredo di ottiche senza dover affrontare spese aggiuntive (soprattutto se non hai un grosso budget a disposizione).

A suo vantaggio ha una ergonomia eccezionale che la rende comoda e facile da usare in quasi tutte le situazioni. Per contro, la mancanza di un joystick rallenta la selezione del punto AF quando si scatta utilizzando il mirino. Ancora, la rotazione del display al di sotto del corpo della fotocamera non convince molto.

La Nikon Z50 è una fotocamera da viaggio ideale, particolarmente indicata per appassionati ed hobbisti.

Nikon Z50
Nikon Z50 – Fotocamera Mirrorless
Sony A7 III Recensione
Previous post
Sony A7 III: la mirrorless tuttofare - Recensione
Next post
La Gamma Dinamica in fotografia

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

Back
SHARE

Nikon Z50, la prima mirrorless DX della casa nipponica

Resta aggiornato, iscriviti nostra alla newsletter!

Ami la Fotografia e vuoi approfondire le tue conoscenze per portare le tue fotografie ad un livello superiore? Iscriviti alla newsletter; ecco cosa riceverai entrando a far parte della nostra community:

  • E-mail settimanale con tutti gli aggiornamenti
  • Contenuti esclusivi riservati agli iscritti
  • Offerte e promozioni
Chiudi popup

Condivideremo le tue informazioni solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Consulta la Privacy Policy